TEATROPERTUTTI.IT
/
/
/
L’evoluzione dei supporti video

L’evoluzione dei supporti video

Indice dell'articolo

Nel corso degli ultimi decenni, la fruizione di film, serie tv, documentari e cortometraggi è stata plasmata dall’evoluzione dei supporti video. Dai primi Super 8 alla comodità dello streaming digitale, ogni fase ha portato con sé innovazioni che hanno cambiato il modo in cui guardiamo film e programmi televisivi. Con questo articolo stiamo per affrontare un viaggio attraverso la storia dei supporti video, che rivela l’evoluzione della tecnologia e il cambiamento delle nostre abitudini di fruizione.

Il primo esempio di supporti video amatoriali: Super 8

La pellicola cinematografica, fin dalla sua nascita, si era sviluppata attraverso tre importanti formati: il 35mm usata dai professionisti per i loro film, il 16mm semi-professionale nato intorno agli anni venti e il più giovane dei formati, l’8mm.

Era un formato prettamente amatoriale che permetteva di catturare immagini in movimento mute. Tuttavia non era di così facile utilizzo da poter essere usata da chiunque come oggi capita con la videocamera degli smartphone. Girare un video con la pellicola cinematografica significava portare avanti un processo fotochimico con alcune imprescindibili accortezze. Il supporto doveva essere impressionato dalla luce e quindi sviluppato con determinati prodotti chimici che permettono di svelare ciò che è stato scattato o ripreso. La pellicola, inoltre, non è cancellabile o riutilizzabile e, soprattutto, va protetta dalla luce fino a quando non si inizia a scattare o a girare. E anche dopo. Questo significava che per girare un video amatoriale era comunque necessario caricare la cinepresa 8mm al buio o all’ombra ed estrarre, sempre al buio o all’ombra, il girato. Un processo evidentemente non alla portata di tutti.

Foto tratta dal film "Super 8", un omaggio al capostipite dei supporti video amatoriali.
Foto tratta dal film Super 8, un omaggio del regista J.J. Abrams al capostipite dei supporti video amatoriali.

La Kodak, proprio per questo motivo, nei primi anni sessanta sviluppò un supporto video che potesse essere di facile utilizzo come la macchina fotografica, che proprio in quegli anni era il mezzo principale per catturare momenti speciali. Nell’aprile del 1965 nacque quindi il formato Super 8, una vera e propria rivoluzione. Le persone potevano finalmente catturare i momenti in movimento, rendendo molto più accessibile la creazione di filmati casalinghi.

Il super 8 è stato un passo significativo verso la democratizzazione della videografia, consentendo alle famiglie di immortalare e condividere i loro ricordi in un modo del tutto nuovo e molto coinvolgente.

Videocassette: L’Accesso OnDemand a Casa

Il Super 8 segnò così l’inizio di una svolta, che cambiò nel giro di pochi anni le abitudini delle persone e il loro modo di fruire prodotti audiovisivi. Negli anni ’70 venne introdotto un nuovo membro nella grande famiglia dei supporti video, ancora più rivoluzionario del precedente: la videocassetta. Il capostipite fu Betamax della Sony, seguito poco dopo da VHS, sviluppato dalla giapponese JVC.

Il Betamax nacque nel 1975 e fu il primissimo sistema di videoregistrazione domestica ad essere messo sul mercato. L’anno successivo, nel 1976, VHS diventò il suo rivale nel mercato. La sigla VHS sta per Video Home System e utilizzava cassette più grandi al Betamax, questo perciò significava che era in grado di registrare video più lunghi, sebbene con una qualità leggermente inferiore rispetto al Betamax. Era infatti possibile trovare videocassette da 180 minuti, da 240 minuti e perfino da 300 minuti.

Sebbene Betamax avesse dalla sua una qualità video decisamente migliore, la politica di rigido controllo sulle licenze e le tecnologie associate al Betamax ne resero difficile la diffusione sul mercato. Al contrario la JVC giapponese concesse in licenza il formato VHS alle altre aziende, permettendone quindi una maggiore diffusione e una maggiore varietà di opzioni hardware.

Il VHS, uno dei supporti video più longevi e utilizzati.
Chi è un Millennials riconoscerà subito il VHS ritratto in questa foto e sarà travolto da una nostalgia canaglia.

A metà degli anni Ottanta, il VHS a dominò il mercato grazie alla sua maggiore disponibilità, durata della registrazione e alla possibilità di registrare film interi. Le videocassette e il videoregistratore portarono avanti perciò una svolta rivoluzionaria nell’esperienza di visione. Le persone potevano registrare programmi televisivi o noleggiare i loro film preferiti per guardarseli a casa. Questo inaugurò l’era dell’accesso ondemand, consentendo agli spettatori di scegliere quando e cosa guardare. L’industria dell’home video crebbe rapidamente, con video-noleggi e negozi specializzati che hanno offerto una vasta gamma di contenuti.

A metà anni ottanta fece una fugace apparizione nel mondo degli home video il supporto Video 2000, cioè una videocassetta più piccola del VHS che consentiva di registrare su entrambi i lati. Tuttavia questo supporto video ebbe vita breve e fu ritirato dal mercato già sul finire del 1989 a causa delle poche vendite effettuate.

DVD. Supporti video di Qualità e con Portabilità Migliorata

Nel mondo dei supporti video, un primo vero passo verso il digitale lo si ebbe a metà degli anni novanta, con la nascita del DVD, cioè il Digital Video Disc. Questo nuovo supporto video offriva una qualità video decisamente migliore rispetto al vecchio VHS e proprio grazie a questa caratteristica riuscì a spodestare le videocassette.

Il DVD inoltre permetteva anche una capacità di archiviazione migliore. Questo portò alla creazione dei cosiddetti contenuti speciali, come il dietro le quinte dei film o il commento del regista, che rendevano ancora più appetibili i DVD agli occhi del pubblico e perciò anche i masterizzatori. Il DVD conobbe il massimo del suo successo tra la fine degli anni novanta e i primi anni duemila, contribuendo a definire ancora di più l’esperienza di visione domestica.

DVD. Uno dei supporti video più moderni.
Il DVD è uno dei supporti video più moderni.

Supporti video di alta definizione: i Blu-ray Disc

La naturale evoluzione del DVD è rappresentata dal Blu-ray Disc. Comparso per la prima volta nel 2002 sul mercato, ancora oggi è considerato il supporto video per eccellenza della televisione ad alta definizione. Con il Blu-ray Disc la qualità video è ancora migliore e molto maggiore è la quantità di archiviazione possibile.

Il Blu-ray Disc si è poi ulteriormente sviluppato con il Blu-ray 3D che risponde alle esigenze della tv a tre dimensioni, oggi in continua evoluzione

Lo Streaming e i supporti video

L’avvento dello Streaming ha rivoluzionato ancora una volta il modo in cui consumiamo contenuti video. Grazie all’espansione della connessione a Internet ad alta velocità, servizi come Netflix, Amazon Prime Video e Hulu hanno introdotto l’idea di accesso istantaneo a un’ampia gamma di film e programmi televisivi. Gli spettatori, ora, non devono più acquistare o noleggiare fisicamente un supporto video per godersi un bel film o una serie tv, ma basta loro accedere alla piattaforma online preferita.

Lo Streaming ha così portato gli spettatori a poter usufruire e scoprire contenuti video provenienti da tutto il mondo con un solo click. Una rivoluzione enorme che stiamo ancora sperimentando.

Il Futuro: Innovazioni e Sfide

Tuttavia i supporti video più moderni non sono ancora morti… Mentre ci immergiamo nell’era dello streaming, la tecnologia infatti continua a evolvere. La crescente popolarità dell’alta definizione (HD), dell’Ultra HD (4K) e persino dell’HDR (High Dynamic Range) sta portando l’esperienza visiva a nuovi livelli di realismo. La realtà virtuale (VR) e la realtà aumentata (AR) stanno anche iniziando a fare capolino, aprendo porte a nuove forme di narrazione interattiva.

Tuttavia, mentre il futuro sembra promettente, ci sono anche sfide da affrontare. La sostenibilità ambientale nell’industria tecnologica, la questione dei diritti d’autore e la questione dell’accesso equo ai contenuti rimangono questioni cruciali da risolvere.

La storia dei supporti video riflette l’incessante ricerca di un’esperienza visiva migliore e più comoda. Dalle vecchie pellicole Super 8 alle possibilità infinite dello streaming, ogni fase ha portato con sé, e porterà in futuro, cambiamenti significativi nelle nostre abitudini di fruizione… perciò non ci resta altro che aspettare cosa il futuro avrà in serbo per noi!

altri articoli interessanti
Chi ha letto questa pagina, ha apprezzato molto i seguenti articoli
Una buona dizione è di estrema importanza per un attore, ma anche in molti settori professionali. Ecco alcuni consigli per scegliere un buon corso di dizione, per non rischiare brutte
Cinque curiosità sul teatro La Fenice di Venezia!
La parola è uno degli strumenti principali di un attore. Per emettere correttamente i suoni, in modo che tutto il pubblico capisca cosa stai dicendo, è fondamentale avere muscoli e
Una locandina fatta bene è importantissima per promuovere un evento. Ecco 5 consigli utili per realizzare locandine migliori per i tuoi spettacoli.
Cerca
Cerca tra tutti gli articoli di Teatro per Tutti, compilando il campo qui sotto.
ARTICOLI A SORPRESA
Ti proponiamo due articoli scelti casualmente dal nostro vasto archivio, per scoprire argomenti che non sapevi di voler conoscere!