TEATROPERTUTTI.IT

Il Premio Hystrio

Indice dell'articolo

Dopo aver parlato del Premio Ubu e del Premio Eleonora Duse, con questo articolo consoceremo più da vicino un altro importante premio del teatro, il Premio Hystrio.

Il premio rappresenta un importante punto di riferimento per gli artisti teatrali e nasce nel 1898 da un’idea dello scrittore e critico teatrale Ugo Ronfani.

Ugo Ronfani è anche stato fondatore e direttore dell’importante rivista trimestrale a tema teatrale da cui il premio stesso prende il nome. Il magazine è inoltre l’organizzatore del premio che porta il suo nome.

La storia del Premio Hystrio

Il Premio Hystrio, di cadenza annuale, si pone la finalità di creare una sorta di congiunzione tra gli artisti più giovani ed emergenti e i grandi nomi della scena teatrale italiana.

Per raggiungere questo ambizioso obiettivo, nel corso degli anni il Premio Hystrio si è rinnovato per poter rimanere sempre al passo coi tempi. Nel 1997 ha spostato la sua sede da Padova a Milano, in modo da poter assumere una connotazione sempre più internazionale.

Infine, a partire dal 2011, il Premio è anche un piccolo e interessante festival dedicato alla creatività giovanile. Il festival del premio Hystrio si svolge ogni anno a Milano in tre giornate, nel mese di Giugno.

Il premio Hystrio
Il logo del Premio

Come è organizzato il Premio Hystrio

Il premio teatrale si articola in due diverse sezioni: il Premio Hystrio per artisti affermati della scena e il Premio Hystrio per giovani talenti della scena. Rispecchia in questo modo la vocazione stessa del premio, che vuole essere un ponte di congiunzione tra i nuovi talenti e gli artisti già affermati.

La prima sezione del premio si impegna a conferire un riconoscimento nazionale al percorso professionale di un artista, di una compagnia o di un progetto. Non premia, quindi, una singola produzione o performance teatrale.

Questo primo premio è suddiviso in sette diverse categorie, tra cui interprete, regista e drammaturgo.

La sezione dedicati ai giovani talenti è suddiviso invece in due diverse categorie: il Premio Hystrio alla Vocazione, per attori under 30 e il Premio Hystrio Scritture di Scena, per giovani drammaturghi under 35. 

Come viene assegnato il premio Hystrio

Le due differenti sezioni del premio teatrale prevedono due diverse giurie e sistemi di votazione.

Il Premio Hystrio per artisti affermati della scena

L’assegnazione del premio si basa su una giuria composta da 50 critici. Generalmente viene organizzata una riunione plenaria annuale, di solito nel mese di febbraio, in cui vengono indicate le rose dei nomi dei candidati alle diverse sezioni del Premio. 

Successivamente, questi nomi vengono sottoposti ad una prima votazione rivolta ai redattori e ai collaboratori fissi della rivista Hystrio. La seconda votazione, invece, prevede la nomina del vincitore delle singole categorie. 

Vince l’artista o la compagnia che riceve il maggior numero di voti. La premiazione avviene poi nella città di Milano durante il mese di Giugno. 

Il premio consiste in un targa in ceramica che viene appositamente realizzata per l’occasione.

Inoltre, la rivista Hystrio si impegna a pubblicare un testo del vincitore scelto di comune intesa con la direzione del magazine stesso. 

Il Premio Hystrio per giovani talenti della scena

Per la sezione del premio dedicato agli artisti emergenti sono invece previste tre diverse giurie.

Per quanto riguarda l’assegnazione del Premio Hystrio alla Vocazione, la giuria è composta da collaboratori fissi e fiancheggiatori della rivista Hystrio.

Invece, la giuria del Premio Scritture di Scena prevede la presenza di collaboratori, dl direttore di Hystrio e da un presidente diverso per ogni edizione del riconoscimento. 

Se vuoi avere maggior informazioni su questo prestigioso riconoscimento teatrale, allora ti invito a visitare il sito web del Premio Hystrio.

altri articoli interessanti
Chi ha letto questa pagina, ha apprezzato molto i seguenti articoli
"Finale di partita" è probabilmente il maggior lavoro teatrale di Samuel Beckett, assieme al celebre "Aspettando Godot". Scritto tra il 1955 e il 1957, ancora oggi è molto rappresentato
Le proposte dei Teatri privati italiani al Ministro Franceschini, su come tornare alla capienza piena dei Teatri e favorire la ripartenza.
La parola è uno degli strumenti principali di un attore. Per emettere correttamente i suoni, in modo che tutto il pubblico capisca cosa stai dicendo, è fondamentale avere muscoli e
Una locandina fatta bene è importantissima per promuovere un evento. Ecco 5 consigli utili per realizzare locandine migliori per i tuoi spettacoli.
Cerca
Cerca tra tutti gli articoli di Teatro per Tutti, compilando il campo qui sotto.
ARTICOLI A SORPRESA
Ti proponiamo due articoli scelti casualmente dal nostro vasto archivio, per scoprire argomenti che non sapevi di voler conoscere!