Oltre il respiro. Massimo Troisi, mio fratello

Scritto dalla sorella di Massimo Troisi, "oltre il Respiro. Massimo Troisi, mio fratello" racconta la vita di uno degli attori italiani più amati dal pubblico. Ci racconta i primi passi sul palcoscenico, gli amori e il coraggio contro la malattia che ce lo ha portato via troppo presto. Un libro consigliato ai fan del grande Massimo Troisi, ma anche a chi vuole conoscerle meglio questa immensa maschera del teatro italiano che ha saputo affascinare tutto il mondo con la sua particolarissima ironia.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

L’immagine di copertina è una riproduzione fotografica della copia cartacea del libro che viene recensito in questo articolo, fatta a scopo illustrativo e di critica. Tutti i diritti sulla copertina sono dei relativi autori. 

Di cosa parla “Oltre il respiro. Massimo Troisi, mio fratello”?

Quella che sto per presentarti è una biografia “sui generis”, davvero particolare. La sua spiccata originalità è dovuta al fatto che è stata scritta dalla sorella maggiore di Massimo Troisi. E tutto il profondo amore fraterno di Rosaria è palpabile in ogni singola parola del libro.

È impossibile non appassionarsi a quello che ti racconta Rosaria Troisi, assieme al prezioso contributo della scrittrice Lilly Ippoliti.

Con questa biografia potrai scoprire caratteristiche ed episodi inediti della vita del grandissimo Massimo Troisi. Potrai rivivere la sua infanzia e conoscere la dolcezza del Massimo bambino, o ancora l’irresistibile simpatia del Massimo adolescente. Conoscerai da vicino la forza con cui ha affrontato la sua malattia.

Ma, soprattutto, avrai la netta sensazione di essere il confidente di una sorella ancora innamorata del fratello e quasi ti senti parte anche tu della numerosa e chiassosa famiglia Troisi.

Cosa ho imparato da questo libro?

Quando ho finito di leggere la biografia, ammetto di essermi commossa. Pur apprezzandolo, non conoscevo così da vicino Massimo Troisi.

Ma una biografia non deve fare solo questo, non deve solamente raccontarti come l’artista in questione sia riuscito a diventare importante nel suo campo e quali sono state le sue eventuali difficoltà.

Credo invece che una biografia, una volta che l’hai terminata, deve darti la netta sensazione di conoscere quella persona quasi come se fosse un tuo amico.

Con questa biografia, ti sembra di conoscere Massimo da sempre, grazie anche alle tantissime fotografie inedite stampate nel libro. Ne ami i suoi pregi e ne accetti, con amore, i suoi difetti.

E soprattutto, ti viene una gran voglia di rivedere tutti i suoi film!

Perché consiglio di leggere “Oltre il respiro. Massimo Troisi, mio fratello”?

Ovviamente, consiglio di leggere questo libro ai fan di Troisi.

Ma lo consiglio soprattutto a chi Massimo Troisi ancora non lo conosce così bene.

Se sei tra coloro che semplicemente conoscono Troisi per alcuni suoi indimenticabili pezzi teatrali o per qualche sua divertente performance cinematografica, allora non devi perderti questa biografia.

Scoprirai che dietro quella comicità un po’ scanzonata, si nascondeva un animo buono e profondo. E potrai apprezzare ancora di più la sua arte e la sua recitazione.

La tua opinione

Se anche tu hai letto “Oltre il respiro. Massimo Troisi, mio fratello”, ti va di dirmi cosa ne pensi?

La tua opinione potrebbe essere utile a coloro che stanno valutando se leggere o meno questo libro. Se ne hai voglia, scrivi un tuo commento qui sotto e condividi quello che pensi di questa biografia con i lettori di Teatro per Tutti.

Usa il codice

PER AVERE uno sconto del

20%

SU TUTTO LO SHOP
DI TEATRO PER TUTTI

Usa il codice

BLACKFRIDAY20

PER AVERE IL

20%

DI SCONTO
SU TUTTO LO SHOP
DI TEATRO PER TUTTI