TEATROPERTUTTI.IT
/
/
Elia Kazan, la vita e la carriera di un grande regista

Elia Kazan, la vita e la carriera di un grande regista

Indice dell'articolo

Così descrive il suo lavoro il grande regista Elia Kazan.

La macchina da presa è più di un registratore, è un microscopio, penetra, entra dentro le persone e consente di vedere i loro pensieri più intimi e nascosti, e sono riuscito a farlo con gli attori. Voglio dire, ho rivelato cose che gli attori non sapevano stessero rilevando di loro stessi“.

la carriera e la vita di Elia Kazan

Elia Kazan nasce il 7 settembre 1909 da genitori greci, ricchi commercianti di tappeti, che si trasferiscono negli USA nel 1913. negli States si innamora della magia del teatro: si diploma alla Yale Drama School nel 1932  e successivamente inizia a recitare con la compagnia Group Theatre di New York.

In seguito Elia Kazan fa le sue prime esperienze come regista, dirigendo gli adattamenti di Un tram che si chiama desiderio e La gatta sul tetto che scotta di Tennessee Williams e Morte di un commesso viaggiatore di Arthur Miller.

Negli anni Trenta Elia Kazan arriva anche nel mondo del cinema, facendo il suo ingresso come assistente di Ralph Steiner per la regia dei suoi documentari. Respira celluloide recitando anche in due film della Warner Bros: La città del peccato (1940) e Blues in the Night (1941).

Nel 1932 sposa la drammaturga Molly Day Thatcher da cui ebbe quattro figli: Judy, Chris, Nicholas e Katherine. I due rimasero insieme fino alla morte di lei, il 14 dicembre 1963. Elia Kazan si sposerà altre due volte: nel 1967 con l’attrice e regista Barbara Loden, da cui ebbe un figlio e nel 1982 con la scrittrice Frances Rudge, che rimase con il regista fino alla morte di quest’ultimo nel 2003.

Dal 1934 al 1936 Elia Kazan milita nel Partito comunista americano e lavora per il Frontier Film, realizzando un paio di cortometraggi a sfondo sociale.

La facciata della famosa scuola Actors Studio di New York, fondata da Elisa Kazan assieme a Lee Strasberg e Cheryl Crawford
La facciata della famosa scuola Actors Studio di New York, fondata da Elia Kazan assieme a Lee Strasberg e Cheryl Crawford

Elia Kazan e l’Actors Studio a New York

Nel 1944 inizia a lavorare con Darryl F. Zanuck per il suo primo film da regista, il melodramma familiare Un albero cresce a Brooklyn. In questo lavoro si iniziano già a vedere le capacità di Elia Kazan di trarre il meglio dagli attori con cui si trova a lavorare. Per la loro interpretazione in questo film, infatti, i due protagonisti James Dunn e la giovane attrice Peggy Ann Garner vinsero un Oscar.

Nel 1947 Elia Kazan fonda insieme a Cheryl Crawford e Lee Strasberg l’Actors Studio a New York. Grazie a lui ebbero la loro consacrazione nello star system attori come Gregory Peck, James Dean e Marlon Brando che guadagna la fama hollywoodiana proprio grazie ai film di Kazan Un tram che si chiama Desiderio (1951) e Fronte del porto (1954).

Il ‘47 è un anno importante per Elia Kazan anche per un altro motivo: vince per la prima volta il premio Oscar alla miglior regia per il film Barriera invisibile, un lavoro impegnato contro l’antisemitismo, interpretato da un immenso Gregory Peck.

La Politica e il cinema

Gli anni Cinquanta vedono per Elia Kazan un periodo di crisi. Entra infatti in conflitto con molti colleghi registi e attori quando nel 1952 collabora con il cosiddetto comitato McCarthy. 

Nonostante il suo passato da simpatizzante comunista, accusa diversi colleghi e stretti collaboratori di adesione all’ideologia comunista (si veda questa informazione nell’ottica degli anni Cinquanta negli USA, dovr avvenne una vera e propria caccia alle streghe ai danni dei comunisti o presunti tali).

Elia Kazan in quell’occasione fece diversi nomi, undici dei quali erano attori o registi di primo piano,. E tra questi ci sono stati alcuni dei suoi più stretti collaboratori. Questi nomi finirono nella lista nera di Hollywood e alcuni di essi ebbero la carriera distrutta oppure notevolmente rallentata.

In questo periodo dirige e cura il film Fronte del porto, con protagonista Marlon Brando. Il personaggio principale è una specie di pentito di mafia, che si redime confessando le sue e le altrui malefatte. Il film, proprio per questo motivo, viene spesso visto come una sorta di “difesa” del regista.

La stella sulla Walk of Fame dedicata a Elia Kazan.
La stella sulla Walk of Fame dedicata a Elia Kazan.

La filmografia di Elia Kazan

Kazan dirige numerosi film, in particolare quelli girati nel periodo compreso tra il 1945 e il 1952 hanno spesso classici temi progressisti, molto di sinistra per l’America di quegli anni. Fra questi è il caso di ricordare la forte tematica del razzismo con Pinky e Barriera invisibile, o il tema della rivoluzione con Viva Zapata!

Ma anche il garantismo con Boomerang – L’arma che uccide, continuando con lotta sociale e immigrazione con il già citato Un albero cresce a Brooklyn. Tocca altre tematiche scomode come l’arroganza della popolazione più agiata, le situazioni di disagio, sfruttamento della forza lavoro e l’oppressione del più debole.

Elia Kazan, a ragione, è stato definito dal New York Times:

“Uno dei registi più onorati e influenti nella storia di Broadway e di Hollywood”.

Nella sua carriera ha ricevuto oltre 30 riconoscimenti per la regia, tra cui due Oscar, quattro Golden Globe, due Leoni d’argento e tre Tony Award, oltre all’Oscar onorario e all’Orso d’oro alla carriera.

Kazan ha perciò lasciato, pur con i suoi alti e bassi, un segno profondo nel cinema americano del dopoguerra.

Il rapporto con il teatro

Convinto sostenitore del Metodo Stanislavskij, Elia Kazan vive il teatro sia da attore che da regista.

Il mondo del teatro lo vede attivo per circa trent’anni, a partire dalle prime prove d’attore nel 1932 fino all’ultimo spettacolo portato in scena da regista nel 1965 a Broadway, After The Fall.

Dirige la messa in scena di tutte le commedie di Arthur Miller e Tennessee Williams.

Fondamentale per la carriera di Kazan è proprio il rapporto con quest’ultimo, è stato infatti il primo regista di Tram che si chiama desiderio. Il rapporto fra i due è stato sin dall’inizio complesso, difficile fu infatti trovare un accordo sugli attori che avrebbero dovuto interpretare i protagonisti della pièce.

Fra tutti, il personaggio che maggiormente fece discute regista e autore, fu quello Stanley Kowalsky, il giovane e rude immigrato polacco, che sfrutta la sua peculiare caratteristica di “animalità” per sedurre, convincere e sopraffare il mondo che lo circonda.

Le voci di corridoio diventate leggenda racconterebbero che un giovane attore si fosse recato a casa di Williams per leggere la parte di Stanley, e che, trovato l’autore alle prese con un guasto idraulico, si fosse messo all’opera per accomodarlo. Fu così che, in canottiera e sporco di grasso Williams e Kazan trovarono il loro Stanley e il mondo vide nascere una star: Marlon Brando.

Nota d’interesse: in Italia, nelle varie edizioni del “Tram”, è sempre stato un problema ancora maggiore trovare interpreti idonei, anche il grande Vittorio Gassman (il primo Kowalsky italiano per la regia di Visconti) non aveva molto del suo personaggio, raffinato ed elegante, ben discorde dal giovane “animalesco”.

altri articoli interessanti
Chi ha letto questa pagina, ha apprezzato molto i seguenti articoli
Per promuovere il tuo teatro o la tua compagnia è fondamentale creare un bel sito web. Vediamo insieme alcuni dei migliori siti di teatro italiani e internazionali per lasciarsi ispirare.
Una buona dizione è di estrema importanza per un attore, ma anche in molti settori professionali. Ecco alcuni consigli per scegliere un buon corso di dizione, per non rischiare brutte
La parola è uno degli strumenti principali di un attore. Per emettere correttamente i suoni, in modo che tutto il pubblico capisca cosa stai dicendo, è fondamentale avere muscoli e
Una locandina fatta bene è importantissima per promuovere un evento. Ecco 5 consigli utili per realizzare locandine migliori per i tuoi spettacoli.
Cerca
Cerca tra tutti gli articoli di Teatro per Tutti, compilando il campo qui sotto.
ARTICOLI A SORPRESA
Ti proponiamo due articoli scelti casualmente dal nostro vasto archivio, per scoprire argomenti che non sapevi di voler conoscere!